Tenere in ordine cameretta con una cameretta Nidi Design rossa e bianca, con scrivania e lettino bianchi e tappetto e armadio rosso

Come tenere in ordine la cameretta dei bambini

Molto spesso ricevo richieste da mamme e papà che mi chiedono come tenere in ordine la cameretta dei bambini, per sensibilizzare i propri figli al mantenimento dell’organizzazione. L’ordine esterno favorisce l’ordine interiore, facilitando la concentrazione e quindi l’apprendimento, per questo è importante che il bambino conosca alcune regole fondamentali del riordino.

“Rendere un bambino in grado di riordinare non significa renderlo amante della pulizia, bensì fargli apprendere le basi del vivere in modo generoso e felice insieme agli altri.  Per questo è molto importante insegnare fin dalla tenera età il concetto di riordino

L’arte di insegnare il riordino ai bambini di Nagisa Tatsumi (Vallardi)
Tenere in ordine cameretta

Selezionare gli oggetti

Fare una selezione degli oggetti è importante per dare ai bambini la concezione di quello che davvero serve. Il processo avviene lentamente e non in automatico. Il metodo Montessori prevede di mostrare, non spiegare, quindi, nel vederti riordinare, tuo figlio vorrà emularti e quindi inizierà a capire che è importante liberare lo spazio da ciò che non serve.

Tenere in ordine cameretta

Incoraggiare il bambino a riordinare gli oggetti di camera propria è un procedimento che può avvenire dai 18 mesi in su e prosegue a seconda delle sue capacità. Maria Montessori descriveva l’adulto come il “custode dell’ambiente”, cioè colui che si preoccupa di creare un luogo che rispecchi gli interessi del bambino. Pertanto ciò che non serve non deve esserci.

Questa è una fase importante perché il bambino non la viva con frustrazione, quindi è essenziale che non veda la stanza completamente in disordine, ma che via via impari a riporre gli oggetti al loro posto. Tutto questo ovviamente può avvenire con degli arredi che permettano al bambino di essere autonomo.

Scopri come arredare una cameretta in stile Montessori dai 3 ai 6 anni!

Organizzare i giochi

Una delle situazioni più diffuse nel riordino delle camere dei bambini è diffondere i giochi per tutta la casa. Creare uno spazio unico per riporre i giochi è importante per dare loro la concezione di ambienti limitati che abbiano uno scopo ben preciso.

Trova un posto per ogni cosa. Per questo è importante usare un solo contenitore per ogni attività, così che il bambino abbia uno spazio delimitato per ogni tipologia di gioco.

Tenere in ordine cameretta

Esistono contenitori di plastica Ikea che sono molto pratici per questa funzione, ne puoi utilizzare uno per i giochi, uno per le attività di disegno, uno per i giochi in scatola e via dicendo. In questo modo il bambino saprà quale scatola prendere a seconda dell’attività che vuole compiere e sarà poi più semplice per lui riporre il tutto al proprio posto.

Riordinare il materiale scolastico

Libri, quaderni, cancelleria, indumenti, sono tutti oggetti che devono avere spazi ben definiti. Tenere una scrivania ordinata, aiuta il bambino a concentrarsi di più e a essere più produttivo. Mettila in ordine insieme ai tuoi figli, dando il buon esempio.

Per un bambino, la praticità è importante. Lo zaino di scuola e/o il grembiule, tienili vicino alla scrivania, di modo che possa capire che quell’angolo della camera è destinato allo studio. Ogni angolo della stanza deve essere suddiviso in zone appropriate, ovviamente ben organizzate, a seconda dell’utilizzo.

Educare i propri figli a mettere in pratica questi concetti li può aiutare a diventare più autonomi e accresce la loro autostima.

Vuoi scoprire di più sull’arredo Montessori?

Come arredare una cameretta in stile Montessori da 6 a 10 anni

Rinnovare la cameretta dei bambini in modo creativo

E non dimenticarti di lasciare un cuoricino! 😉
17