Crea la tua scatola dei ricordi personalizzata ispirandoti alle più belle del Web

Crea la tua scatola dei ricordi personalizzata ispirandoti alle più belle

Se, come me, sei fan del film “Il favoloso mondo di Amélie”, conoscerai una scena, punto di svolta del film, in cui lei trova in casa sua una scatola ricordi risalente a più di 30 anni prima, appartenente al precedente proprietario. In tanti mi chiedono come organizzare la propria scatola dei ricordi fai da te, proprio perché non sanno cosa realmente conservare e cosa no.

Crea la tua scatola dei ricordi personalizzata ispirandoti alle più belle del Web
La scena in cui Amélie trova la scatola ricordi.

Il web ci dà tantissime ispirazioni a riguardo, proviamo a vedere insieme come possiamo organizzare scatole ricordo o crearle personalizzate.

Cosa conservare e cosa no

Io vengo dalla generazione fine anni ’80, quella generazione che aveva la Smemo lievitata, quindi 3 o 4 volte più alta della sua altezza originaria. Conservavo tutto, dai biglietti del cinema, ai fazzoletti da bar ben decorati, dai tappi di bottiglia di un particolare evento ai biglietti di mostre ed eventi, addirittura depliant e volantini.

Col tempo mi sono resa conto che molti di questi oggetti che conservavo, quando li prendevo in mano, non mi dicevano nulla. Ho ridotto sistematicamente la scatola dei ricordi, in quanto, con l’arrivo del digitale, tante cose non era necessario conservarle.

Crea la tua scatola dei ricordi personalizzata ispirandoti alle più belle del Web
Le foto possono essere conservate dentro una scatola in legno.

Il valore affettivo è un tema molto caro alle persone che si rivolgono a me. Non posso decidere per loro cosa tenere o cosa no, perché vi è una variabile soggettiva che anche se sono una “maga del riordino” non posso prevedere. Quello che posso dire è pensare a lungo termine. Prima di conservare una cosa domandati: mi serve davvero tenerla? In questo modo, riflettendoci quindi, ti renderai conto davvero di quello che vuoi conservare.

Scatole ricordo fai da te

Una volta che sai cosa conservare, puoi decidere come conservare. Le scatole fai da te sono le mie preferite, perché permettono di essere personalizzate in base all’uso che se ne vuole fare.

Una bellissima scatola ricordi creata con il metodo scrapbooking.

Un metodo utilizzato moltissimo è quello dello scrapbooking che permette di fare collage creativi atti a raccogliere al meglio i ricordi di una vacanza, di un’esperienza, di un anno particolare.

Crea la tua scatola dei ricordi personalizzata ispirandoti alle più belle del Web
Un diario di viaggio realizzato con il metodo scrapbooking.

Scatole in legno

Esistono tantissime dimensioni di scatole in legno che permettono di raccogliere foto e oggetti a cui si tiene. Si possono aprire scorrendo o sollevando il coperchio, comunque sono semplici, minimaliste, ma molto utili.

Una semplicissima scatola in legno, ad apertura scorrevole

Scatole ricordo per bambini

Sono tanti i genitori che vogliono tenere un ricordo dei loro bimbi da neonati, anche quando un giorno loro cresceranno. Esistono scatole già organizzate per questa finalità, simulando piccole cassettiere in cartone, dove poter riporre i ricordi delle prime esperienze del proprio piccolo.

Crea la tua scatola dei ricordi personalizzata ispirandoti alle più belle del Web
Una bellissima scatola per ricordi dei neonati realizzata da Tricoastal.

Scatole in latta

Un’alternativa alla precedenti sono le intramontabili scatole in latta. Sta tornando molto di moda il genere vintage, quindi si possono trovare ovunque e di tantissime forme, anche se io consiglio sempre quelle rettangolari, perché più facili di incastrare, rispetto a quelle rotonde.

Crea la tua scatola dei ricordi personalizzata ispirandoti alle più belle del Web
Mr.Wonderful ha moltissime scatole che possono raccogliere i tuoi ricordi.

Scatole in plastica

Comode, pratiche, non si sciupano e ce ne sono di tantissimi colori e dimensioni. Si possono anche impilare ed etichettare.

Le scatole Fjalla di Ikea sono comodissime per archiviare ricordi.

Happy Jar

Un metodo che sto sperimentando da qualche anno è quello della Happy Jar. In realtà è un modo che utilizzo per ricordare anche le cose belle che hanno caratterizzato un singolo anno. Quando mi succede qualcosa di bello, la scrivo su un biglietto, lo metto dentro un contenitore e il 31 dicembre lo apro per rileggerli e sorridere. Di solito li fotografo, così da tenerne il ricordo in digitale, per non permettere loro di prendere spazio fisico.

Crea la tua scatola dei ricordi personalizzata ispirandoti alle più belle del Web
Un esempio di Happy Jar perfettamente organizzata, con i biglietti di colore differente in base al tipo di esperienze.

Ci piace ricordare, ci piace pensare di poter toccare con mano un ricordo, a volte però è bene non esagerare per rendere più speciali i tuoi ricordi, perché se tutto è importante, niente è importante!

Cerchi altre idee su come organizzare casa?

10 idee per organizzare casa che cambieranno la tua vita

Organizzare la libreria

Organizzazione dell’ufficio: come sistemare la tua scrivania usando gli accessori giusti

E non dimenticarti di lasciare un cuoricino! 😉

9