Scarpe antinfortunistiche: entrare in cantiere in sicurezza

Scarpe antinfortunistiche: entrare in cantiere in sicurezza

Le scarpe antinfortunistiche sono uno dei requisiti minimi per poter avere accesso ad un cantiere in Italia e fanno parte dei cosiddetti DPI o Dispositivi di Protezione Individuale, come disciplinato dal Dcr. lgs. 81/2008. Sono cioè delle scarpe con caratteristiche speciali, che possono prevenire eventuali danni o infortuni e vanno accompagnate da altri dispositivi di protezione, che variano a seconda del tipo di cantiere e di rischi.

Scarpe antinfortunistiche: entrare in cantiere in sicurezza
Le scarpe antinfortunistiche per il cantiere sono di categoria S3

In questo articolo indossiamo le scarpe antinfortunistiche di Panda Safety. Si tratta di un’azienda Made in Italy del Sud Italia specializzata nella produzione di calzature da lavoro per la sicurezza, che quest’anno celebra i 40 anni di attività!

Chi deve indossare le scarpe antinfortunistiche in cantiere?

Risposta breve: chiunque metta piede in cantiere.

Scarpe antinfortunistiche: entrare in cantiere in sicurezza
Chiunque entra in cantiere deve indossare dispositivi di protezione individuale: in foto il modello Kasmin di Panda Safety, categoria S3

Risposta lunga: le scarpe vanno indossate da chiunque acceda ad un cantiere che non possiede un’area separata dalle lavorazioni completamente in sicurezza (definita area DPI Free). Si occupa di effettuare questi controlli l’impresa a cui è stato affidato l’incarico. Questo comprende ovviamente gli addetti ai lavori, i professionisti che effettuano sopralluoghi e anche clienti e proprietari.

Scarpe antinfortunistiche: entrare in cantiere in sicurezza
Leonardo indossa il modello Auge di Panda Safety, categoria S3

Quindi sì, anche se è casa tua, nel momento in cui diventa cantiere ne rimani proprietario, ma non puoi accedere liberamente al cantiere se non accompagnato e dotato delle protezioni necessarie.

Le caratteristiche delle scarpe antinfortunistiche da cantiere

Per l’ingresso in un cantiere edile è necessario utilizzare scarpe di categoria S3. Sono scarpe che rispondono a molti requisiti per la sicurezza e la salute di chi le indossa, anche molte ore al giorno. Hanno puntale rinforzato, suola antiscivolo e antistatica, ma soprattutto contengono una lamina antiperforazione. Un’altra caratteristica unica delle S3 è la tomaia impermeabile, che ne permette l’uso anche in ambienti fortemente caratterizzati dalla presenza d’acqua.

Scarpe antinfortunistiche: entrare in cantiere in sicurezza
Il nostro preposto Michele indossa il modello Auge, mentre io indosso il modello Regata di Panda Safety

Nel scegliere le scarpe giuste è opportuno valutare anche i materiali: la pelle ha una durabilità maggiore, scarpe con puntale in materiale composito si possono usare anche in ambienti con alto livello di controlli di sicurezza. La chiusura a velcro inoltre può facilitare la calzata.

Le scarpe antinfortunistiche per donne

Apriamo un capitolo quasi doloroso: le scarpe antifortunistiche femminili. Non hanno nessuna differenza rispetto a quelle maschili, ma non è facile trovare la numerazione. Spesso le donne hanno piedi più piccoli e più sottili ed è complesso trovare scarpe antinfortunistiche leggere e comode per i sopralluoghi in cantiere. E che non siano solo rosa, grazie.

Auge di Panda Safety
Indosso il modello Regata di Panda Safety, disponibile anche dal numero 36
Cerchi un’impresa edile per i lavori di casa tua?

VISITA IL NOSTRO SITO

Devi ristrutturare casa?

Permessi per ristrutturare casa: 5 errori da evitare

Chiediamolo a Valter Breda: come ristrutturare casa

Ringrazio Panda Safety per il supporto nella realizzazione di questo articolo.

E non dimenticarti di lasciare un cuoricino! 😉
11