Raffrescare senza condizionatore: alternative green

Raffrescare senza condizionatore: alternative green

Estate è sinonimo di sole, mare, pranzi in terrazza o colazioni in giardino. Tuttavia è anche sinonimo di alte temperature, protezione solare ed aria condizionata. Architempore come azienda promuove una filosofia improntata al risparmio energetico e oggi voglio elencarti le tante opzioni green per raffrescare senza condizionatore e goderti l’estate!

Il sole passa attraverso superfici opache e trasparenti: per raffrescare senza condizionatore bisogna intervenire su entrambi i fronti.

Coibentazione a cappotto

Coibentare significa isolare termicamente due ambienti, tramite una parete divisoria. Questo è valido soprattutto se si tratta di ambiente esterno ed interno: in questo caso l’intervento più auspicabile è l’isolamento a cappotto, che serve per controllare la temperature e garantire un buon comfort ambientale. Come funziona? Si applica una serie di pannelli in materiale isolante all’esterno dell’edificio, in modo da non ridurre i volumi interni.

Raffrescare senza condizionatore: alternative green
Un esempio di facciata coibentata, realizzata da Architempore srl, a Milano.

Questo tipo di intervento è sicuramente molto efficace e permette di ridurre i costi della bolletta, oltre che a contribuire al contenimento del riscaldamento planetario. Si tratta di un investimento a lungo termine, poiché comporta l’intero rifacimento della facciata.

Colorimetria

Sempre parlando di superfici opache e strettamente legato all’applicazione di un cappotto esterno, c’è lo studio del colore. Infatti, in base al colore delle superfici opache (i muri), i raggi solari saranno più o meno assorbiti dalla superficie stessa. Il bianco è il colore che più riflette i raggi solari, mentre il nero è quello che più li assorbe.

Raffrescare senza condizionatore: alternative green
Qui siamo a Casares, in Spagna. Non è un caso che nei Paesi del Mediterraneo le case siano prevalentemente dipinte di bianco.

Schermature e sistemi oscuranti

Viriamo ora sulla protezione delle superfici trasparenti, ossia i vetri. Le schermature sono una buona alternativa per abbassare le temperature interne, unite a serramenti con vetrocamera realizzata con vetri selettivi o basso emissivi. Che tipi di schermature possiamo scegliere? Le tapparelle, le persiane o i frangisole (anche detti brise-soleil).

Raffrescare senza condizionatore: alternative green
Un elegante brise-soleil copre la facciata di un palazzo a Lisbona.

L’importante è che i raggi solari non colpiscano la superficie vetrata: a quel punto il rischio che il calore entri, ma non riesca ad uscire è elevato.

Tende e sistemi ombreggianti

Le tende sono il sistema per raffrescare senza condizionatore più vecchio del mondo! Per chi ha un giardino o un terrazzo l’ideale è utilizzare un sistema ombreggiante, come le pergole con tenda oscurante. Un esempio moderno è  la “pergola bioclimatica” proposta da Gibus, ossia un sistema brevettato che si autoregola per ottenere sempre il microclima ideale (in realtà non solo d’estate).

Raffrescare senza condizionatore: alternative green
In questa villa da sogno a Portorose è stata installata la pergola bioclimatica MEd Twist di Gibus.

Questo è possibile grazie alla copertura con lame orientabili e alle chiusure laterali Zip, per chiudere la pergola da ogni lato: con effetto ombreggiante d’estate oppure vetrato d’inverno. L’alternativa classica è la tenda semplice, sempre da applicare in facciata esterna. In questo caso consiglio un tessuto schermante, in modo da amplificare il suo potere ombreggiante.

Raffrescare senza condizionatore: alternative green
In questa villa a Valdengo, sono state installate le tende DIM in tessuto Soltis 92 di Gibus, fatte apposta per raffrescare.

Ringrazio Gibus per il supporto nella realizzazione di questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche