Come scegliere il pavimento per la cucina: 5 idee da copiare

Come scegliere il pavimento per la cucina: 5 idee da copiare
© Norm Architects

Quando si tratta di scegliere il pavimento per una cucina moderna, ci sono diversi fattori pratici da considerare, tra cui durabilità, facilità di pulizia, resistenza all’umidità, il budget e le esigenze di manutenzione. Ma assicurati anche di scegliere secondo il tuo stile personale! Ecco una guida per aiutarti a selezionare i migliori pavimenti e i migliori abbinamenti per cucine moderne:

Le piastrelle

Le piastrelle di ceramica o in gres porcellanato sono una scelta molto popolare per le cucine moderne. La ragione è ovvia: sono molto pratiche, resistenti all’acqua, alle macchie, all’usura e sono facili da pulire. Inoltre sono disponibili in una vasta gamma di colori, forme e dimensioni, texture e ti permettono di personalizzare molto la tua cucina, proprio per questo sono chiaramente il pavimento ideale per la cucina. Il lato negativo? Le fughe tra le piastrelle possono accumulare sporco e richiedere una manutenzione regolare.

Come scegliere il pavimento per la cucina: 5 idee da copiare
© thecaterpilar / arch. Caterina Pilar Palumbo

Tips da architetta: Prima di prendere una decisione definitiva, è consigliabile ottenere campioni di materiali e testarli nel contesto della tua cucina per assicurarti che soddisfino le tue aspettative estetiche e funzionali.

Il parquet

I pavimenti in legno destano sempre molta perplessità in cucina, ora scopriamo i suoi pro e i suoi contro. Quando si valuta un pavimento il legno per la cucina è perché di solito è presente in tutto il resto casa e quindi si vuole creare continuità con gli altri spazi, in più aggiunge calore e carattere ad una cucina moderna.

© Architempore

Non dimenticare, però, che è necessario scegliere il legno di un’essenza adatta e che sia trattato con una finitura protettiva per garantire la durabilità ed eventuale facilità della rimessa in pristino. Nella fotografia puoi vedere  l’esempio di Casacasa in cui è stato scelto il parquet di bambù anche per la zona cucina.

La resina

I pavimenti di una cucina minimalista possono essere in resina. È un materiale molto versatile perché può essere colorato o trattato per creare una varietà di finiture, dall’aspetto industriale al minimalista. La resina è resistente e facile da pulire, senza fughe, tuttavia, a lungo andare, può rovinarsi e potrebbe essere necessario riapplicare uno strato protettivo.

Come scegliere il pavimento per la cucina: 5 idee da copiare
© kerakoll

Il vinile

I pavimenti cucina in vinile, in laminato, in LVT (luxury vinyl tiles) sono un’opzione economica e versatile per il pavimento di una cucina moderna. È disponibile in vari stili, tra cui piastrelle, tavole e fogli, e può mimare l’aspetto di materiali più costosi come il legno o la pietra. Questa tipologia di pavimento è resistente all’umidità ed è facile da pulire, a lungo andare, però, risulta meno duraturo di una piastrella.

Come scegliere il pavimento per la cucina: 5 idee da copiare
© Tarkett

Per sapere le differenze tra vinile, LVT e laminato, leggi questo l’articolo specifico!

Il marmo o la pietra naturale

Per un’atmosfera chic si può usare il marmo o pietra naturale, una scelta ottima per le cucine moderne. Questi materiali offrono una bellezza senza tempo e una varietà di colori e venature uniche. Tuttavia, è importante notare che il marmo e la pietra hanno sicuramente un costo iniziale più alto, in più, richiedono una manutenzione regolare per preservare la loro bellezza.

Come scegliere il pavimento per la cucina: 5 idee da copiare
© Pierre Yovanovitch

Prima di sceglierei il pavimento per la tua cucina, è consigliabile considerare il tuo budget, il tuo stile personale e la cura che intendi dedicargli. Consultare un professionista può aiutarti a valutare le opzioni e trovare la soluzione migliore per le tue esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche