miscelatori cucina, tra design e funzionalità

I miscelatori cucina, tra design e funzionalità

I miscelatori della cucina per prima cosa devono essere pratici, funzionali e maneggevoli e poi devono essere coordinati con lo stile della cucina.

Se pensiamo a numero di volte che viene usato nell’arco di una giornata ci rendiamo conto di quanto sia importante sceglierlo con cura.

Per soddisfare il lato estetico bisogna fare attenzione alla proporzione, alla linea e alla finitura, ma al tempo stesso non bisogna sottovalutare i materiali, deve anche essere durevole e pratico da usare. Per esempio, avete mai sentito parlare dell’acqua bollente direttamente dal rubinetto? Una caratteristica in più che renderà la vita più comoda.

Gli aspetti da considerare quando si sceglie un miscelatore sono sia di tipo funzionale che estetico.

Materiali e finiture

I rubinetti sono solitamente realizzati in ottone che viene poi cromato per dar loro la finitura finale, esiste anche una variante più duratura che è interamente in acciaio inox. Le ultime tendenze propongono anche le finitura dei rubinetti coordinate con l’arredamento: nero, rame, brunito o verniciato in vari colori.

I miscelatori della cucina, tra design e funzionalità
Le finiture colorate della rubinetteria Fantini.

Con doccetta estrabile

I miscelatori per il lavello dotati di doccetta sono sempre più comuni perché facilitano il riempimento delle pentole, il lavaggio dei piatti e del lavandino stesso. Ne esistono di due tipologie: le doccette integrate, in cui il flessibile scompare rientrando nel rubinetto, e la versione professionale, in cui la doccetta estraibile ad arco è guidata da una molla.

Miscelatori cucina, tra design e funzionalità
Miscelatore con doccetta, Schiffini.

A scomparsa

A molte persone piace avere il lavandino proprio sotto la finestra per poter guardare fuori, se anche tu hai questo desiderio, è necessario trovare rubinetti a scomparsa o reclinabili.

Miscelatori cucina, tra design e funzionalità
Miscelatore KT501 di Cristina Rubinetterie.

Con erogazione di acqua bollente

Preparare thé, caffè o pasta in un batter d’occhio? È possibile grazie a un piccolo bollitore posizionato sotto il lavandino e collegato con il rubinetto. Attivando la funzione con un tasto, il miscelatore erogherà acqua bollente, per il massimo della comodità.

I miscelatori della cucina, tra design e funzionalità
Miscelatore con acqua calda istantanea, Grohe Red.

Con un depuratore integrato

Esistono rubinetti con depuratore integrato per poter bere l’acqua del rubinetto filtrata.

I miscelatori cucina, tra design e funzionalità
Vital di Franke è dotato di un sistema di depurazione dell’acqua senza bisogno di serbatoio.

Risparmio energetico

Alcuni dettagli da tenere conto per il risparmio energetico:

  • i sistemi di apertura centrale che aprono sempre l’acqua fredda prima di regolare la temperatura
  • il rompigetto, per ridurre il consumo
  • la portata del rubinetto, da scegliere in base alla quantità di acqua che serve a seconda del tipo di utilizzo.
I miscelatori cucina, tra design e funzionalità
Rubinetteria Milo 360 in acciaio inossidabile AISI 316/L di CEA, attenta al risparmio idrico grazie agli aeratori con limitatori di portata del flusso installati nelle bocche di erogazione.
Ti è piaciuto questo articolo? Ecco altre idee:

La cucina ad isola

Cucine su misura: perché sceglierle

E non dimenticarti di lasciare un cuoricino! 😉
13