Archiviaggi | Itinerario tra le isole Borromee sul Lago Maggiore

Una tappa obbligata per chi visita il lato piemontese del Lago Maggiore sono le tre isole Borromee, che fronteggiano la cittadina di Stresa. Sono isola Madre, isola Pescatori e isola Bella. Queste isole sono un vero gioiello del Lago e con l’arrivo della bella stagione sono visitabili. A poche ore da Milano, le trovo una meta perfetta per un weekend fuori porta e rilassante, ma non impegnativo. Prenota un giro in barca all’imbarcadero di Stresa e ricordati la crema solare!

Un itinerario perfetto per la bella stagione: parti da Stresa, raggiungi l’isola Madre, pranza all’isola Pescatori e perditi nel pomeriggio all’isola Bella.

Archiviaggi | Itinerario tra le isole Borromee sul Lago Maggiore

Uno scorcio dall’Isola Bella

Isola Madre

La prima del giro è anche la più grande tra le isole Borromee. Si tratta della prima isola abitata, in quanto la residenza privata fu realizzata intorno al 1500 dalla famiglia Borromeo (che ancora possiede quest’isola). Molti furono gli architetti che, nel corso dei secoli, hanno modificato la struttura originaria: ad oggi si erge una splendida villa immersa in un parco ed affiancata dalla Cappella di famiglia.

Archiviaggi | Itinerario tra le isole Borromee sul Lago Maggiore

Alcune ortensie dello splendido giardino botanico.

L’isola è però celebre per il suo giardino botanico, con piante esotiche e rare, ma non solo. Spettacolare è la fioritura delle azalee e delle camelie in primavera, il viale delle Palme e l’esemplare più grande d’Europa di Cipresso del Cashmir, oltre che numerosi volatili rari e affascinanti come il pavone bianco.

Archiviaggi | Itinerario tra le isole Borromee sul Lago Maggiore

Pavoni bianchi, creature davvero affascinanti, che qui girano liberi.

Isola Pescatori

L’unica abitata, da una comunità di circa 100 persone di cui alcuni ancora pescatori. Si gira in circa mezz’oretta, passando per vicoletti stretti e lunghi e respirando la classica aria di lago. Qui vi sono alcuni ristoranti dove pranzare e un’area con panchine e alberi (dove puoi tirare fuori la schiscetta dallo zaino, lo so che lo fai!). Io ti consiglio in particolare il Ristorante Belvedere, magari per una cena o pranzo speciale.

Archiviaggi | Itinerario tra le isole Borromee sul Lago Maggiore

L’ingresso del ristorante e alcune reti appese ad asciugare.

Isola Bella

Lei è un po’ la regina che regna sulle altre isole Borromee. Anche questa ancora oggi di proprietà della famiglia Borromeo, famosa per essere stata la location di nozze di Beatrice Borromeo e Pierre Casiraghi. L’architettura e il parco valgono davvero la pena e ti consiglio di dedicare a questa visita almeno 3 ore.

Palazzo Borromeo

Il palazzo è stato costruito tra il 1620 e il 1670 e dedicato ad Isabella d’Adda: l’isola infatti si chiamava inizialmente isola Isabella, diventata poi Isola Bella per contrazione fonetica. Il progettista dei lavori fu Antonio Crivelli, che già aveva collaborato ai lavori presso l’Isola Madre. L’esterno del palazzo Borromeo è sobrio, un esempio tipico del barocco lombardo, fortemente tardo-rinascimentale.

Archiviaggi | Itinerario tra le isole Borromee sul Lago Maggiore

La facciata esterna del Palazzo Borromeo

All’interno invece è un tripudio di stucchi e decorazioni, con una scala dai gradini in granito rosa di Baveno ed una balaustra in marmo policrom, mentre al piano Nobile la decorazione è in un ricco stile barocco seicentesco con stuccature e legni dorati. Il Salone Grande toglie il fiato per la sua bellezza, seguito dalla Sala della Musica, con soffitti decorati, specchi e stucchi.

Archiviaggi | Itinerario tra le isole Borromee sul Lago Maggiore

Gli interni dell’ingresso al Piano Nobile del Palazzo Borromeo.

La parte sotterranea è una vera sorpresa. Dopo le sale barocche ed eleganti si scendono alcune scale e ci si ritrova in grotte spettacolari. Realizzate nel 1700, sono 6 stanze comunicanti le cui pareti, volte e pavimento sono rivestiti con sassolini e pietre laviche provenienti dal Lago Maggiore.

Archiviaggi | Itinerario tra le isole Borromee sul Lago Maggiore

I decori parietali tolgono davvero il fiato.

Il giardino

Sempre ad opera dell’architetto Crivelli venne realizzato anche il giardino. Si estende per quasi metà dell’Isola Bella ed è veramente spettacolare. L’idea di base era di dare all’isola la forma di una nave e per questo motivo vennero realizzati dei terrazzamenti. La torre laterale “torre di Noria” venne realizzata come sede per gli impianti di irrigazione: il giardino infatti ha un andamento molto complesso, per quanto semplice possa sembrare. Nel giardino si trovano tantissime piante ed è decorato con sculture, obelischi e statue in pietra che lo arricchiscono.

Archiviaggi | Itinerario tra le isole Borromee sul Lago Maggiore

La parte di giardino terrazzato dell’isola Bella.

Di ritorno dalle isole Borromee…

Una volta terminato il giro, approderai di nuovo a Stresa. Se hai ancora tempo e voglia puoi fare un giro a Villa Pallavicino (Stresa) oppure a Villa Taranto (Verbania Intra). Oppure puoi goderti un aperitivo in uno dei tanti alberghi che animano il lungolago di Stresa: io ti consiglio lo Sky Bar dell’hotel La Palma.

Archiviaggi | Itinerario tra le isole Borromee sul Lago Maggiore

La vista spettacolare, perfetta per un aperitivo instagrammabile.

Questo Skybar è uno dei più belli del mondo e sicuramente la vista è spettacolare,  non trovi? Tra luci eclettiche e poltroncine foderate offre momenti magici di relax totale.

Archiviaggi | Itinerario tra le isole Borromee sul Lago Maggiore

Ottimo anche per il pranzo!

Sei in vacanza vicino alle Isole Borromee? Ecco altri articoli interessanti:

Borghi d’Italia | Orta San Giulio

Legro paese dipinto

E non dimenticarti di seguirmi sui social per tanti aggiornamenti!

Facebook | Architempore

E non dimenticarti di lasciare un cuoricino! 😉
42