Trend alert: grès effetto cemento armato a Homi 2019

Trend alert: grès effetto cemento armato a Homi 2019

A Cersaie 2018 avevo già visto una bella novità e durante Homi 2019 l’ho ritrovata e ho apprezzato l’attenzione che il mercato le sta dando. Parlo della collezione Dot di Ceramica Fioranese, che è un grès effetto cemento armato, una texture davvero unica.

Trend alert: grès effetto cemento armato a Homi 2019
Amo la matericità del calcestruzzo armato. Sì, calcestruzzo, non cemento.

Grès effetto cemento armato

L’effetto cemento è uno dei trend in ascesa negli ultimi anni, complici le tecnologie di stampaggio digitale sempre più avanzate per la produzione del grès. Tuttavia Dot è diverso, unico. La sua unicità risiede proprio nel riprodurre il cemento armato. Anzi, il calcestruzzo armato ad essere precisi.

Trend alert: grès effetto cemento armato a Homi 2019
Dot è in diversi formati, ma è stato proposto anche triangolare. Per esaltare la sua unicità.

Il calcestruzzo, una miscela di cemento (legante idraulico), sabbia, inerti e acqua è l’espressione perfetta dell’architettura moderna e contemporanea, per cui viene utilizzato come struttura di base. Viene definito armato perchè al suo interno sono uniformemente distribuiti dei tondini in acciaio. Da fuori si riconosce grazie ai distanziatori dei casseformi che lasciano un piccolo segno caratteristico sulla superficie.

Trend alert: grès effetto cemento armato a Homi 2019
Una parete in calcestruzzo armato.

Il calcestruzzo viene gettato in opera, all’interno di casseforme in legno o metallo e, se lasciato a vista, rende gli interni minimali ed esalta gli ambienti. Avere delle piastrelle in grès che riproducono questo effetto permette a chiunque di arricchire i propri spazi con il fascino delle architetture contemporanee. Si ha così l’impressione di tenere le strutture dell’edificio a vista, nude e crude, senza alcuna finitura, come se si trattasse di una fabbrica dismessa .

Hybrid Lounge

Ad Homi 2019 ho già ricordato come l’Hybrid Lounge sia uno degli spazi più interessanti, perchè mette in luce le novità nel panorama materico e di interni. Questo spazio, fatto di ampie “piscine” dove sono raccolte moodboard materiche e suggestioni, è curato dall’istituto del Politecnico di Milano POLI.Design assieme a Salamanca Design. Proprio qui è stato dato ampio spazio a Ceramica Fioranese, con l’esposizione delle collezioni Liquida e Dot.

Trend alert: grès effetto cemento armato a Homi 2019
La collezione Dot inserita in una moodboard dai toni caldi: un contrasto splendido, se pensiamo che è grès effetto cemento armato
Trend alert: grès effetto cemento armato a Homi 2019
La collezione Liquida, curata da Davide Tonelli, di Ceramica Fioranese fa bella mostra di sè, con i suoi decori di ispirazione vintage.

Venerdì 25 Gennaio 2019, ho anche assistito ad una interessante conferenza “Evocating innovative interiors”, in cui si è trattato il tema delle tendenze nel mondo dell’interior. Qui ho sentito l’architetto Andrea Maffei, creatore di Dot, definirsi l’architetto “anti trend”. Mi sono estremamente incuriosita e quindi ho deciso di intervistarlo, per sviscerare al meglio l’idea di realizzare un grès effetto cemento armato.

Trend alert: grès effetto cemento armato a Homi 2019
In ordine da sinistra: Lucy Salamanca di Salamanca Design, Prof. moderatore Francesco Scullica, Arch. Andrea Maffei per Ceramica Fioranese e Margherita Mangone per Mutaforma.
Vuoi raccontare come mai il cemento per te è il materiale che meglio definisce l’architettura moderna?

Credo che sia proprio una questione storica. Il cemento armato – beton brut come veniva definito dai francesi che l’hanno inventato – è sempre stato usato dagli architetti moderni in antitesi alle tecnologie tradizionali di costruzione. Diventa il linguaggio architettonico di tutto il movimento moderno, guidato da Le Corbusier prima e poi delle correnti successive del brutalismo e del post-moderno.

Qual è stato il percorso creativo che ti ha portato, assieme a Ceramica Fioranese, a proporre qualcosa di così diverso dalle solite collezioni?

L’idea nasce dalla sperimentazione di nuovi materiali. Il grès porcellanato, in questi ultimi anni, si è sempre molto indirizzato verso la riproduzione di altri materiali come il legno, l’acciaio, i marmi, le pietre. Il cemento è stato riprodotto, ma solo come superficie materica uniforme. Noi invece abbiamo voluto sviluppare il cemento che si usa proprio nelle costruzioni, ovvero con i fori delle casseformi stuccati ben evidenti.

Trend alert: grès effetto cemento armato a Homi 2019
Io e l’architetto Maffei, durante la nostra intervista.

Con la nostra linea rendiamo l’uso del cemento armato a disposizione di tutti: le tecniche di lavorazione del gres hanno consentito di creare una superficie che riprendesse l’irregolarità delle superfici in cemento e di creare dei cerchi profondi 3 mm che simulassero l’effetto dei fori dei casseri stuccati.

Quali sono state le ispirazioni?

Le ispirazioni derivano dal fatto che tutti noi architetti vorremmo fare edifici con il cemento armato a vista, ma spesso non le realizziamo perché sono difficili da eseguire con una buona qualità finale e sono operazioni molto costose. Bisogna usare casseri a perdere, ovvero da usare una volta soltanto, e cemento autocompattante, che non richiede il lavoro di vibrazione interna durante il getto. La linea che abbiamo disegnato consente di evitare tutti questi rischi e di avere una bella parete in cemento armato, con costi contenuti e senza rischi di cattiva esecuzione. Ci siamo concessi solo la libertà di prevedere, oltre al formato rettangolare e quadrato, anche il formato triangolare, per reinterpretare il cemento armato con una forma inusuale, molto geometrica e provocatoria: un anti trend.

Ti interessa saperne di più sul grès e sui pavimenti? Ecco qui:

Le piastrelle in grès porcellanato sono il nuovo lusso?

Il mio pavimento fa schifo! Idee per rinnovare il pavimento low cost

Piastrelle facili da pulire: scegliere il pavimento

Si ringrazia Ceramica Fioranese per il supporto nella realizzazione di questo articolo.

E non dimenticarti di lasciare un cuoricino! 😉

34