5 cucine “d’autore” che hanno lasciato il segno: progetto, ispirazioni e come replicarle

5 cucine "d'autore" che hanno lasciato il segno: progetto, ispirazioni e come replicarle
© Arclinea

Le cucine di design riescono ad unire forma e funzionalità, le cucine firmate da maestri del design sanno trasformare lo spazio quotidiano in uno splendido spazio da vivere. In questo articolo, esploreremo cinque cucine straordinarie, ciascuna frutto della penna di grandi maestri del design: da Zaha Hadid a Patricia Urquiola, da Studio Nendo ad Antonio Citterio e Vincent Van Duysen. Ogni progetto riflette la visione del suo creatore, contribuendo a definire l’evoluzione continua del concetto di cucina come spazio abitabile a cui dedicare molta attenzione.

Nel corso degli anni le cucine di design sono riuscite a incarnare la bellezza, la funzionalità e l’innovazione.

Studio Nendo per Scavolini

Lo Studio Nendo ha collaborato con Scavolini per creare la cucina “Qi” e, con il suo minimalismo, sfida le convenzioni del design tradizionale. Con un approccio minimalista e un occhio per i dettagli, questa cucina è un inno alla semplicità ed eleganza. Superfici pulite, linee geometriche e materiali di alta qualità si fondono armoniosamente, creando uno spazio che ispira calma e ordine, ideale per gli open space.

5 cucine "d'autore" che hanno lasciato il segno: progetto, ispirazioni e come replicarle
© Qi di Scavolini

Molto interessante il concept che ruota intorno al concetto dell’elemento contenitore, appoggiato su mensole e ripetuto molte volte in modo da dare carattere anche alla parte solitamente più basica, che è la parte contenitiva.

Patricia Urquiola per Boffi

La cucina “Salinas” progettata da Patricia Urquiola per Boffi è un’opera di innovazione e versatilità. L’architetta ha integrato tecnologie all’avanguardia e materiali di alta qualità (bellissimi i piani in pietra vulcanica) per creare una cucina che non solo soddisfa le esigenze pratiche, ma si distingue anche per il suo stile contemporaneo. La modularità e la flessibilità degli elementi consentono di adattare lo spazio alle esigenze individuali, garantendo una cucina sempre al passo con i tempi.

5 cucine "d'autore" che hanno lasciato il segno: progetto, ispirazioni e come replicarle
© Salinas di Boffi

Vincent Van Duysen per Molteni

Vincent Van Duysen firma la cucina VVD per Molteni, un capolavoro di raffinatezza contemporanea. Il design pulito e senza tempo di VVD è caratterizzato da superfici lisce, dettagli minimalisti e una palette di colori neutri, con delle bellissime texture per il top cucina. L’approccio essenziale di Van Duysen crea una cucina elegante e sobria, che si adatta armoniosamente ai contesti architettonici più moderni.

5 cucine "d'autore" che hanno lasciato il segno: progetto, ispirazioni e come replicarle
© VVD di Molteni

Zaha Hadid per Ernesto Meda

La cucina “Z.Island” progettata da Zaha Hadid per Ernesto Meda è un’opera d’arredo che rispecchia lo stile progettuale della progettista e trova la sua espressione nell’ambiente domestico. Caratterizzata da linee fluide, curve audaci e materiali innovativi, questa cucina trasforma lo spazio culinario in un’esperienza sensoriale, molto diversa dalle cucine a cui siamo abituati. Hadid ricerca nuovi concetti spaziali nell’architettura come nella progettazione di cucine, dimostrando che l’avanguardia può abbracciare ogni aspetto della vita quotidiana.

5 cucine "d'autore" che hanno lasciato il segno: progetto, ispirazioni e come replicarle
© Z.Island di Ernesto Meda

Antonio Citterio per Arclinea

Antonio Citterio ha contribuito in modo significativo al mondo del design delle cucine, la sua collaborazione con Arclinea inizia nel 1988 con la collezione Italia. L’architetto diventerà poi art director e designer dell’intera collezione di Arclinea. La sua attenzione alla funzionalità e all’efficienza è evidente quando, anticipando i tempi, porta la modalità della cucina professionale nell’ambiente domestico.

5 cucine "d'autore" che hanno lasciato il segno: progetto, ispirazioni e come replicarle
© Italia di Arclinea

Maniglia ergonomica, uso dell’acciaio, cucine a isola, piani più profondi, grandi piani cottura, doppi lavelli e cappe sospese, queste sono le caratteristiche vincenti della cucina di design di Antonio Citterio in cui forma e funzione si sovrappongono spesso.

In conclusione, queste cinque cucine disegnate da interior designer famosi rappresentano la fusione tra estetica e funzionalità, e incarnano anche l’evoluzione continua del concetto di cucina come fulcro della casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche