Cosa controllare prima di comprare casa, chiavi in mano

Cosa controllare prima di comprare casa

Comprare casa è uno dei traguardi del nostro secolo. Che stiamo comprando una casa da soli, per la famiglia che si allarga, da un’agenzia immobiliare o da un privato, la scelta e il successivo acquisto sono momenti stressanti e, spesso, poco chiari. Ecco i miei consigli da professionista su cosa controllare prima di comprare casa!

Durante il sopralluogo porta un tecnico scelto da te in grado di aiutarti nella scelta, per capire da subito potenziale ed eventuali aspetti da considerare della casa che stai visionando.

È uno dei servizi che offriamo come impresa edile e studio di architettura! Scopri di più.

In che zona si trova?

La zona in cui è collocata una casa è un aspetto più importante della casa stessa. Circoscrivere l’area in cui si vuole cercare è fondamentale per controllare i servizi di quartiere: negozi, scuole, trasporti pubblici, parchi e parcheggi. Bisogna capire quali sono le proprie aspettative ed abitudini in relazione al quartiere.

Cosa controllare davvero prima di comprare casa

Di chi è la proprietà?

Un argomento spinoso che va affrontato come secondo step: chi è l’effettivo proprietario della casa? Una volta individuata una casa, bisogna subito capire se possono esserci intoppi relativi alla proprietà e alla vendita.

Ci sono difformità o mancanze nelle documentazioni?

Anche questo aspetto va controllato. Bisogna accertarsi che i documenti relativi alla casa siano in regola e conformi allo stato dei luoghi. Se sono presenti difformità tra l’esistente e quanto depositato in Comune o al Catasto e se sono stati realizzati abusi edilizi è chi vende che si deve fare carico delle eventuali sanatorie.

Cosa controllare davvero prima di comprare casa

La documentazione catastale viene allegata all’atto di vendita ed è importantissimo assicurarsi che vi sia rappresentato l’effettivo stato di fatto. Questo aspetto spetta a chi acquista, il notaio infatti non è tenuto ad effettuare questa verifica.

Qual è la classe energetica?

L’attestato di prestazione energetica (APE) è obbligatorio in qualsiasi atto notarile di compravendita e si estende a tutti gli edifici esistenti. Chi vende deve preoccuparsi di farlo realizzare da un tecnico abilitato. Per tutti gli edifici di nuova costruzione la classe energetica minima prevista per legge è la Classe B.

Scegliere un’abitazione che sia in classe A o superiore è sicuramente una mossa vincente per abbattere i futuri costi energetici e le utenze.

Qual è la qualità di vita?

Bisogna controllare che gli impianti siano a norma, funzionanti e che ci siano a disposizione le certificazioni di conformità.

Acustica

Valutare lo standard acustico, anche in maniera approssimativa, è un aspetto importante. Quali sono i rumori che provengono dall’esterno? L’appartamento è affacciato su strada? I muri e le porte sono isolati acusticamente?

Impianti e predisposizioni

Altro aspetto fondamentale riguarda gli impianti, che a seconda della tipologia hanno costi di manutenzione diversi. Inoltre se manca qualcosa verifica che sia presente la predisposizione.

Cosa controllare davvero prima di comprare casa

Gli impianti da controllare sono: elettrico, idraulico, riscaldamento, raffrescamento, gas, ventilazione meccanica controllata, allarme, impianto citofonico, telefonico, impianto TV e satellite.

Utenze

Parlando di impianti non si può trascurare anche la parte più pratica: le utenze. L’acqua calda sanitaria o il riscaldamento non sempre sono incluse nell’impianto condominiale e occorre sincerarsene prima dell’acquisto.

Cellulare e ricezione

Hai controllato tutto? Sicuro? Hai notato se il cellulare prende in casa? In alcune case, soprattutto se di non recente costruzione, il cellulare e la rete dati potrebbero non essere costanti: verifica e decidi qual è la tua priorità!

Cosa controllare davvero prima di comprare casa

Sono previsti interventi condominiali?

Anche questo aspetto non è da sottovalutare. Al giorno d’oggi sempre più condomini approfittano dei bonus per il miglioramento energetico degli edifici e investono in cappotto termico e rifacimento della copertura. Questo e altri sono tutti interventi di manutenzione straordinaria che è fondamentale considerare tra le spese da sostenere: è quindi meglio accertarsi sulle spese programmate.

Hai le idee chiare? Per una consulenza personalizzata

CONTATTAMI

Scopri altri articoli utili:

Permessi per ristrutturare casa: esempi pratici

Come ristrutturare casa

E non dimenticarti di lasciare un cuoricino! 😉
19