Seminterrato: come risolvere il problema della poca illuminazione

Seminterrato: come risolvere il problema della poca illuminazione

L’illuminazione può rappresentare uno dei maggiori problemi di un progetto di riqualificazione di un seminterrato abitabile, se manca una fonte di luce naturale e non è possibile creare nuove finestre o aperture. 

Quando l’illuminazione è scarsa, gli interni di un locale seminterrato appaiono più piccoli di quanto sono in realtà. Ma non è il caso di disperare: ci sono molte soluzioni per portare la luce in un seminterrato e in questo articolo ne vedremo diverse, anche molto facili da realizzare!

Illuminare un seminterrato ad uso residenziale: i requisiti di Legge e gli interventi consentiti

Innanzitutto, è bene dare sempre un’occhiata alla normativa per sapere cosa si può fare e cosa no, quando si tratta di ristrutturare un seminterrato e renderlo agibile. Come ho già spiegato in un precedente post, ogni Regione (e ogni Comune!) ha le proprie regole, che è importante conoscere per non incorrere in sanzioni.

AS87 Apartments | Progetto + realizzazione
Foto Conti – Zani | AS87 Apartments

Rispetto al tema dell’illuminazione, la legge regionale 7/17 della Regione Lombardia dice che:

“(il rispetto dei) parametri di aeroilluminazione può sempre essere assicurato sia con opere edilizie sia mediante l’installazione di impianti e attrezzature tecnologiche”.

La normativa richiede anche di tenere in considerazione i rapporti aeroilluminanti, in modo che vi siano finestre apribili di grandezza pari a 1/8 della superficie del pavimento e in caso di assenza di finestre in vani secondari e bagni sia installato un impianto di aerazione forzata. E’ quindi questo il primo passaggio da verificare!

Dotare il seminterrato di finestre, rispettando la specificità del progetto

La possibilità di creare nuove finestre in un seminterrato è rara ma è prevista, laddove siano rispettati i requisiti necessari. Affidati alla tua progettista o impresa edile di fiducia per sapere se nel tuo caso è un’opzione fattibile o se invece per rispettare i criteri normativi non è necessaria.

un piano seminterrato reso abitabile
Foto Conti – Zani | AS87 Apartments

Noi di Architempore abbiamo sviluppato una vasta esperienza nel recupero di seminterrati ad uso abitativo per gli usi più vari – appartamenti dotati di ogni comfort, stanza dei giochi, sala hobby, spa. Nel nostro caso, propendiamo sempre per un impianto luminoso che risulti il più naturale possibile, con luci dall’alto o anche bocche di lupo, e soluzioni che si adattino alla destinazione d’uso del seminterrato.

Ogni progetto, al di là della normativa, ha infatti le proprie necessità di illuminazione: una zona studio o un ufficio richiede un’illuminazione diretta e più fredda; una zona relax, invece, luci soffuse e calde.

Come illuminare un seminterrato quando non è possibile creare nuove finestre

Non sempre (anzi, per esperienza praticamente mai), sarà possibile realizzare nuove aperture nel tuo seminterrato per far entrare la luce naturale, ma questo non deve farti desistere dal renderlo abitabileNei seminterrati moderni, infatti, si può portare la luce in mille altri modi.

Luci da soffitto e punti luce indiretti

Per illuminare un seminterrato in modo efficace è importante studiare la disposizione degli spazi e collocare i punti luce in posizioni strategiche. Tutte le zone devono essere ben coperte, ma senza sovraccaricare l’ambiente. In genere, non è consigliabile installare lampadari a sospensione, non solo perché l’altezza del locale non lo permette, ma anche perché tendono a spostare l’attenzione verso l’alto. Per ovviare a questo problema puoi ricorrere alle luci da soffitto come strip led, faretti o tesate.

Portfolio | Progetto per un seminterrato abitabile a Milano
Foto Conti – Zani | AS87 Apartments

Le strip o strisce a LED sono una soluzione versatile e facile da installare per ottenere un effetto naturale. I faretti regolabili sono un’ottima opzione per illuminare le zone che richiedono una illuminazione più potente, come la cucina e si possono incassare o, se la struttura non lo consente, si possono utilizzare a binario. Nella zona soggiorno, invece, potresti preferire una luce più soffusa e avvolgente. In questo caso, puoi installare plafoniere a led e applique alle pareti.

Nota: Se il seminterrato accoglie anche una zona ufficio o studio, sulla scrivania andrà collocata una lampada da tavolo o da terra.

Tinteggiare in tonalità chiare e luminose

Non solo luci: tutto concorre alla luminosità di un ambiente! Se vuoi trasformare un seminterrato buio e angusto in uno spazio inondato dalla luce, per prima cosa devi scegliere il colore giusto per le pareti: alcune tonalità faranno apparire subito gli spazi più ampi e accoglienti. 

Scopri 5 segreti per illuminare una stanza buia!

Puoi optare per tonalità neutre, come il bianco, l’avorio, il crema e il grigio perla, se il tuo stile è minimalista; o provare l’azzurro polvere, il lavanda, il giallo paglierino o il rosa pastello se vuoi dare personalità a una stanza aggiungendo una nota di colore.

Portfolio | Progetto per un seminterrato abitabile a Milano
Foto Conti – Zani | AS87 Apartments

Anche la pavimentazione deve essere di un colore chiaro per aumentare la sensazione di ampiezza degli spazi. Per scegliere la palette di colori perfetta per il tuo seminterrato ti consiglio sempre di far realizzare una moodboard.

Arredamento: potenziare la luce attraverso gli accessori

Gli accessori giusti possono aumentare la luminosità del tuo seminterrato: mobili e tappezzerie dai colori chiari, mensole di cristallo, specchi, pannelli o vetrate-separa ambienti in vetro sono la soluzione perfetta, se vuoi portare la luce in un piano seminterrato.

Portfolio | Progetto per un seminterrato abitabile a Milano
Foto Conti – Zani | AS87 Apartments

Come hai potuto vedere, ci sono davvero molti modi per illuminare un seminterrato moderno, non solo creando finestre e lucernari ma progettando in modo efficace l’impiantistica, la disposizione dei punti luci e l’arredamento.

Potrebbe interessarti anche