finestre e facciata da restaurare con il bonus facciate 2020

Bonus facciate 2020: ristrutturare l’esterno di casa

Dal 1 Gennaio 2020 con la Legge n. 160 del 27/12/2019, la cosiddetta Legge di Bilancio sono stati entrati in vigore nuovi bonus per chi vuole ristrutturare casa. Oltre alle proroghe e ad alcune modifiche di quelli esistenti, la novità interessante è il bonus facciate 2020, un’agevolazione volta a rilanciare gli investimenti per il restauro e il recupero delle facciate di case e condomini.

Il bonus facciate 2020 prevede una detrazione del 90% delle spese sostenute nell’anno 2020 per i lavori relativi alla facciata.

Come funziona il bonus facciate 2020

La detrazione per i lavori relativi alla facciata della propria casa, palazzo, condominio è fino al 90%. Questo incentivo davvero consistente è stato introdotto per migliorare la situazione paesaggistica dei centri urbani ed è molto importante per poter migliorare il comfort abitativo e la propria qualità della vita.

Un aspetto di particolare rilevanza è che le spese siano documentate durante l’anno in corso: significa che sono validi anche interventi iniziati nel 2019, ma fatturati e pagati nel 2020.

Il bonus facciate 2020 è valido nelle zone omogenee A e B, quindi generalmente i centri storici e i centri urbani già densi. Per chi si trova in zone più periferiche può ususfruire di altri bonus. A Milano, che non segue la suddivisione delle zone omogenee, si fa riferimento a zona NAF o TUC. Per sapere qual è la zona di appartenza del tuo immobile, puoi contattare il tuo tecnico di fiducia oppure informarti presso l’Ufficio Tecnico del tuo Comune.

Quali interventi rientrano nel bonus facciate

Ma cosa vuol dire esattamente “facciate”? E quali interventi arrivano al 90% e quali no? Vediamo cosa è compreso all’interno del bonus.

La facciata di una casa è la parte più soggetta ad usura: a causa delle intemperie, dello smog e della scarsa manutenzione, che poi possono sfociare in problematiche molto più serie.

Grondaie e cornicioni

I cornicioni sono un elemento tipico dell’architettura italiana, a decorare porzioni di facciata. Il loro restauro è fondamentale per evitare un eccessivo deterioramento: la detrazione è pari al 90% per interventi che riguardano fregi e ornamenti all’interno della facciata per qualsiasi tipologia immobiliare.

facciata condominiale rifatta con cappotto e restauro cornicioni e balconi
Cantiere J18: restauro della facciata, dei balconi e dei decori di frontalini e cornicione

Per le grondaie invece, un elemento esclusivamente funzionale, la detrazione è suddivisa. Per i condomini è del 50% per riparazioni o sostituzioni, mentre le singole unità hanno il 50% solo per sostituzioni volte a modificare l’aspetto complessivo della facciata o per nuove installazioni.

Finestre

I serramenti esterni erano un elemento architettonico già ricompreso nell’Ecobonus e tutt’ora valido. In caso di riparazione o sostituzione senza che siano modificati materiali, colore e forma in edifici condominiali, la detrazione è pari al 50% con il bonus facciate 2020 e con l’Ecobonus. In caso di modifica di materiale, colore e forma la detrazione è pari al 50% con l’Ecobonus, ma se si raggiungono i requisiti di legge per l’isolamento termico viene aggiunta anche la detrazione Ires oltre a quella Irpef, a seguito della presentazione di una pratica ENEA.

facciata condominiale milano per bonus facciate 2020
Cantiere LC4: tra gli interventi previsti, anche quello di sostituzione degli infissi

Balconi e frontalini

I balconi sono una parte estremamente delicata per la loro stessa conformazione, anche se molto dipende dai materiali che vengono utilizzati: è fondamentale fare manutenzione attraverso interventi di impermeabilizzazione, risanamento conservativo e trattamenti contro smog e polveri sottili che ne danneggiano la superficie. La detrazione è pari al 90% se i lavori rientrano nel recupero o restauro della facciata.

Scopri uno dei nostri interventi di risanamento di una facciata danneggiata dallo smog a Milano!

Cappotto esterno

Il rifacimento di un cappotto termico è uno degli interventi più richiesti negli ultimi anni, poichè avere un cappotto esterno in facciata permette di ridurre i costi del riscaldamento, migliora l’estetica dell’edificio e riduce i costi di manutenzione.

rifacimento cappotto esterno su facciata di un condominio a milano, con ponteggio
Cantiere LG1A: il cappotto esterno permette un isolamento adeguato e un elevato comfort abitativo

Se si rifà l’intonaco per un minimo del 10% della superficie è obbligatorio il rispetto dei requisiti di efficienza energetica e di trasmittanza termica: ovvero al decreto MISE 26 giugno 2015 e quelli di cui alla Tabella 2 del Decreto MISE 26 gennaio 2010.

rifacimento facciata di un condominio a Milano a seguito di crollo, con ponteggio
Cantiere A92: a seguito del crollo della facciata per mancata manutenzione si provvede al ripristino migliorativo, con un cappotto termico.

Se l’intervento di restauro si limita a pulitura e tinteggiatura il bonus è del 90%. Se l’intervento raggiunge i requisiti di isolamento di cui sopra il bonus è al 90%, mentre se non li raggiunge è al 50%. L’Ecobonus comprende anche questo tipo di interventi, per alcuni casi condominiali, dal 65 al 70% a seconda dei requisiti.

Intonaci e tinteggiature

In questo caso il bonus è sempre del 90%, ma nel caso di rifacimento intonaci, se la superficie è superiore al 10% e influisce dal punto di vista termico è necessario rispettare i requisiti (vedi paragrafo su cappotto esterno).

condominio a Milano per intervento di tinteggiatura e pulitura facciata per manutenzione straordinaria
Cantiere SDV27: tra gli interventi di manutenzione anche la ritinteggiatura

Quali interventi non rientrano nel bonus facciate

Alcuni interventi, per quanto si tratti di elementi in facciata, non rientrano nel bonus. Vediamo le esclusioni:

  • impianti di illuminazione esterna
  • pluviali
  • impianti termici
  • cavi esterni in aderenza alla facciata
Cerchi altre informazioni sul bonus facciate e su come ristrutturare casa?

Permessi per ristrutturare casa: 5 errori da evitare

Impermeabilizzazione dei terrazzi: perchè scegliere le membrane cementizie

Permessi per ristrutturare: alcuni esempi pratici

Cerchi un professionista e un’impresa che ti supportino?

CONTATTACI

E non dimenticarti di lasciare un cuoricino! 😉
17