Architetta | La prima donna laureata in architettura è Signe Hornborg

Architetta | La prima donna laureata in architettura è Signe Hornborg

La prima donna laureata del mondo era una padovana e si laureò in Filosofia nel 1678. Per ottenere la prima donna laureata in architettura invece, dobbiamo andare fino al 1890 in Finlandia. Questo mestiere da uomini, che richiedeva capacità di calcolo, disegno e studio, era fortemente sconsigliato alle donne, ritenute più abili (ancora oggi, forse?) nelle materie umanistiche.

Chi è la prima donna laureata in architettura?

Signe Ida Katarina Hornborg è ufficialmente la prima donna laureata in architettura, presso il Politecnico di Helsinki. La prima donna che compare nei registri dell’università però è Ida Meller, che partecipò come “allievo extra” alle lezioni di disegno e stampaggio tra il 1879 e il 1883, senza però prendere alcun titolo ufficiale.

Architetta | La prima donna laureata in architettura è Signe Hornborg

L’unica foto di Signe Hornborg

Signe Hornborg

Le notizie su di lei e sulla sua carriera sono davvero pochissime. Sicuramente si sa che era finlandese e ha studiato presso il Politecnico di Helsinki dal 1888 al 1890: i documenti di archivio la definiscono “naisoppilas” ossia “studentessa”. La laurea fu garantita da un permesso speciale. Altre 13 donne erano iscritte presso l’istituto, ma non conseguirono mai alcun titolo.

Signe Hornborg è stata una pioniera dell’architettura, purtroppo da molti dimenticata: lei ha fatto il primo passo per farci capire che l’architettura non ha genere, ma è per chi la ama.

Dopo la sua laurea Signe Hornborg lavorò presso lo studio dell’architetto Lars Sonck: nessuno dei progetti da lei disegnati porta la sua firma, nè ha mai fatto una vera e propria carriera. Infatti all’epoca era impensabile che una donna potesse gestire da sola un intero progetto correttamente.

Architetta | La prima donna laureata in architettura è Signe Hornborg

Signelinna (Newander House)

Le venivano assegnati prevalentemente la progettazione e il disegno delle facciate: suoi lavori sono il prospetto dei Sepänkatu Apartment (1887) e il prospetto di Newander House a Pori (1892). Il suo stile era molto vicino al concetto di “nazionalismo romantico” e fortemente permeato dall’Art Noveau.

Ti interessano le architette del passato?

Segui il tag Architetta

Seguimi su Facebook, mi farai felice! 😉
19