Borghi d'Italia | Orta San Giulio

Borghi d’Italia | Orta San Giulio

Il Lago d’Orta è una delle location più romantiche di tutta Italia e prende il nome dalla città principale. Orta San Giulio fa parte dell’associazione italiana dei Borghi più belli d’Italia, i cui criteri principali di ammissione sono: integrità del tessuto urbano, armonia architettonica, vivibilità del borgo, qualità artistico-storica del patrimonio edilizio ed altri. Si trova nella zona dei Laghi, in Piemonte. È una cittadina antica, che mi ha sempre affascinata, le cui origini risalgono al 500 (non 1500, proprio 500). Si snoda tra vicoli stretti e piazzette, una collina che domina il lago dall’alto e l’isola centrale di San Giulio.

“Orta San Giulio sembra dipinta sopra un fondale di seta, col suo Sacro Monte alle spalle,  la sua nobile rambla fiancheggiata da chiusi palazzi, la piazza silenziosa con le facciate compunte dietro le chiome degli ippocastani, e davanti, l’Isola di san Giulio, simile all’aereo purgatorio dantesco, esitante tra acqua e cielo.” Piero Chiara

Il lago d’Orta

Il Lago d’Orta si estende come un baccello, tra le città di Omegna a Nord, Orta al centro e Gozzano a Sud. Presenta una sola isola centrale, l’isola di San Giulio. Un itinerario per conoscerlo meglio è quello sul battello, che permette di visitare sponde e paesini della costa durante una giornata di navigazione, come ho fatto anche io: imperdibile è Pella, come anche la città di Omegna. Altrimenti un’idea è quella di percorrere l’intera passeggiata lungolago che da Orta va verso Nord, in direzione di Pettenasco. Si incontrano palazzi decorati, ville abbandonate e giardini incolti molto suggestivi, come per esempio Villa Motta.

Borghi d'Italia | Orta San Giulio

©Gianluca Ardiani | Sì, questa in foto sono io che contemplo il silenzio

La parola d’ordine in questo caso è Silenzio.

Basilica di San Giulio

Se venite ad Orta non potete rinunciare a prendere la barca, sappiatelo. Dovete assolutamente visitare l’isola di San Giulio. Potete raggiungerla con il battello pubblico, con dei traghetti privati o con dei taxi boat. È un’isoletta minuscola, l’unica in tutto il lago, che si gira in circa mezz’ora. È la meta ideale per un pranzo al sacco e un bagno veloce, in una giornata estiva. Al centro sorge la Basilica di San Giulio.

Borghi d'Italia | Orta San Giulio

Un angolino silenzioso dell’Isola San Giulio

Il modo migliore per osservare la Basilica è dall’acqua. Una volta sbarcati l’intero edificio sovrasta le viuzze che sono state costruite attorno. La facciata della chiesa conserva un aspetto romanico, nonostante le modifiche del 1600. Ad oggi è affiancata da un monastero di monache benedettine, che hanno creato un laboratorio di restauro di tessuti antichi tra i migliori in Italia. Lungo il percorso che circonda il perimetro del monastero e della Basilica è possibile incontrare dei cartelli che invitano a riflettere sulla meditazione e sul silenzio: non a caso questa è l’Isola del Silenzio.

Borghi d'Italia | Orta San Giulio

Una foto dal traghetto, in direzione Pella. La vista dell’isola è perfetta.

Piazza Motta

Il centro del borgo Orta San Giulio è costituito dal cosiddetto “salotto”: la piazza Motta è il cuore della cittadina. Sin dal 1228 ogni mercoledì si svolge il mercato. La piazza è rettangolare, con un lato che si affaccia sul lago, da cui si vede l’isola di San Giulio. Gli altri tre lati sono circondati da alti palazzi storici. Solo uno è staccato dagli altri ed è più centrale: si tratta del broletto, il Palazzo della Comunità, edificato nel 1582, con il tipico porticato al piano terra e una scala per la sala delle riunioni cittadine, ad oggi spazio espositivo.

Borghi d'Italia | Orta San Giulio

Si intravede il mercato e alcuni affreschi conservati sulla facciata del Broletto, dal centro di Piazza Motta.

Da questa piazza si diramano vicoli e vicoletti, che costituiscono l’impianto urbanistico di Orta San Giulio e offrono scorci davvero suggestivi e tantissime gallerie d’arte, dove scoprire artisti meravigliosi.

Sacro Monte di Orta

I Sacri Monti sono patrimonio dell’Unesco, posizionati principalmente nell’arco alpino tra Piemonte e Lombardia. Sono esempi unici al mondo di architettura del paesaggio, in cui si trovano cappelle decorate che formano un percorso narrativo.

Borghi d'Italia | Orta San Giulio

Una mano disegnata indica sempre la direzione per la cappella successiva da visitare

Questo Sacro Monte è posto su un’altura sopra Orta San Giulio, da cui domina l’intero lago. Le sue 20 cappelle raccontano la vita di San Francesco, in similitudine alla vita di Gesù: questo lo rende un sito unico tra gli unici, in quanto tutti gli altri Sacri Monti sono dedicati alla Vergine o Cristo. Inoltre proprio per questo è anche conosciuto come la “Assisi del Nord Italia”.

Ci si arriva sia in auto, sia a piedi: partendo da una strada ampia che da Piazza Motta sale verso la chiesa dell’Assunta e costeggia Palazzo Penotti Ubertini. La vista che si gode dai belvedere ne vale la pena.

Villa Crespi

Questa villa è ad oggi un hotel e ristorante piuttosto noto, in quanto a capo della cucina e proprietario del resort è lo Chef Cannavacciuolo. Tuttavia, senza nulla togliere alla competenza culinaria e al servizio del resort, Villa Crespi merita una menzione speciale per la sua architettura.

Edificata nel 1879, divenne albergo solo nel 1980. Realizzata dall’architetto Angelo Colla, uno tra i più prestigiosi dell’epoca. Lo stile è moresco, ispirato dallo stile dei Paesi arabi visitati dal proprietario, che voleva una villa in stile Mille e una Notte. La villa è immediatamente riconoscibile per il suo minareto che domina il borgo dall’alto.

Borghi d'Italia | Orta San Giulio

L’ingresso di Villa Crespi e il suo minareto

All’interno è suddivisa in 3 piani, dove ogni parete è rivestita con stucco a stampo e ogni sala è attraversata da archi rialzati. Ogni sala è decorata in modo diverso, sempre arabeggiante: decori piuttosto sfarzosi e ricchi di dettagli. Finestre in legno intarsiate, colonne di marmi pregiati e rari. Parquet in legno originali dell’epoca ad ogni piano e una palladiana originale all’ingresso. Il giardino circostante è stato progettato dall’architetto Enrico Combi. Presenta una fontana e un percorso verde, dove crescono lamponi, noci e anche funghi.

Ti è piaciuto questo giretto nel borgo di Orta San Giulio? Ecco cosa puoi fare nei dintorni!

Itinerario tra le isole Borromee sul Lago Maggiore

E non dimenticarti di lasciare un cuoricino! 😉
24