Illuminare la cucina con strisce led e faretti

Illuminare la cucina con strisce led e faretti

L’illuminazione di un ambiente è un argomento delicato da affrontare. Spesso si lascia in secondo piano, ma è in realtà un aspetto da non sottovalutare, soprattutto se si tratta di illuminare la cucina. È un’area di lavoro e come tale va illuminata a dovere. La cucina, inoltre, è divisa in più zone dove sarà necessario prevedere diversi corpi illuminanti, da distribuire omogeneamente nella stanza .

Per illuminare al meglio la cucina è meglio rivolgersi ad un bravo lighting designer o un consulente illuminotecnico, per selezionare, combinare e distribuire con intelligenza la luce, valorizzando l’intero ambiente.

Per questo motivo ho scelto di lasciare la parola a Sanela, una delle consulenti di illuminotecnica di MesRetail. Si tratta di un e-commerce online che si occupa di illuminazione di interni ed esterni: la loro mission è di fornire prodotti di alta qualità e made in Italy, ma soprattutto assistenza su misura per l’ambiente da illuminare.

Illuminare la cucina con strisce led e faretti

©Mesretail

Le soluzioni per illuminare la cucina

Le strisce LED e i faretti da incasso in cucina, sono tra le soluzioni preferite e più utilizzate. Si tratta di un sistema moderno, efficiente e funzionale che consente di creare la giusta armonia luminosa nell’ambiente. Ma non solo, la giusta combinazione tra strisce LED e faretti da incasso permette di creare effetti scenografici, di personalizzare e quindi rendere la nostra cucina unica.

Illuminare la cucina con strisce led e faretti

©MesRetail

Nel mercato esistono molteplici modelli di faretti LED da incasso. Ma al di là delle forme e finiture che è solamente una questione estetica, occorre saper conoscere e quindi scegliere i materiali e le sorgenti luminose di qualità. Le caratteristiche tecniche sono importantissime sommate ai consumi più bassi rispetto ai LED “normali”e garanzia della durata nel tempo, non può che essere una sicurezza. Stesso concetto vale per le strisce a LED, la qualità è componente imprescindibile.

Illuminare la cucina: 5 regole per non sbagliare

1. La regola numero uno è avere le idee chiare sul tipo di arredamento che avremo, la sua collocazione, il colore delle pareti , l’altezza del soffitto ecc… Quindi normalmente si fa un rilievo della stanza ed analisi degli eventuali ingombri presenti.

2. In cucina la prima condizione necessaria è vederci bene per cucinare e per pulire, pertanto va posta particolare attenzione al piano di lavoro, il quale dovrà essere illuminato perfettamente con una luce forte e direzionata. Una soluzione moderna e pratica, oltre che molto diffusa, è l’utilizzo del LED sottopensile. In alternativa si possono posizionare dei faretti a soffitto direzionabili verso il piano di lavoro. Sono entrambe soluzioni pratiche e di facile installazione.

3. Un’ altro punto rilevante è quello di predisporre una luce generale che illumini l’intera stanza, non per forza deve essere una plafoniera, quello che conta è avere una luce diffusa. Per esempio se la cucina è moderna e se piace lo stile minimal, soluzione molto carina e di tendenza sono le velette dove è possibile installare sia i faretti a luce diffusa che le strisce a LED e illuminare così l’intero ambiente.

4. Predisporre un punto luce sopra il tavolo da pranzo o il bancone. La sospensione in questo caso è un must have. Oltre a focalizzare la luce sul tavolo diventa un complemento d’arredo soggettivo che dà personalità all’ambiente stesso.

5. Infine, l’ultima regola, ma solo per ordine cronologico, è la scelta della tonalità del LED. Solitamente in ambiti residenziali, soprattutto per quanto riguarda gli interni, viene utilizzato il bianco caldo (3000K) ed è quello consigliato in quanto emette una luce calda, confortevole e gradevole per la nostra vista. Buona regola, in questo contesto, è avere la stessa tonalità luminosa per tutti gli apparecchi presenti, soprattutto se vengono accesi contemporaneamente.

Illuminare la cucina con strisce led e faretti

©MesRetail

Concludendo, possiamo certamente affermare di avere tra le mani una tecnologia rivoluzionaria, il LED, una fonte sicura ed ecosostenibile in termini di consumi e impatto ambientale. E grazie alla sua flessibilità e versatilità nelle applicazioni, è indispensabile in un ambiente così importante per la nostra quotidianità come la cucina.

Grazie mille a Sanela di MesRetail per i suoi preziosi consigli su come illuminare la cucina. Se cerchi altri spunti per la tua cucina, eccoli qui:

Cucine che non sembrano cucine

L’attico delle residenze di Zaha Hadid

Arredare un bilocale con piante e colore

Articolo realizzato in collaborazione con MesRetail. Questo non inficia tuttavia le mie opinioni, ma fornisco una valutazione onesta di tutti i prodotti e servizi sponsorizzati.

22