Milano Design Week 2018: via Tortona

Milano Design Week 2018: via Tortona

Via Tortona per tantissimi (milanesi e non) è una via sconosciuta, popolata esclusivamente la settimana della Milano Design Week. Va detto che è proprio grazie a questa fama che adesso è una location super trendy. Qui è dove è nato il Fuorisalone e si sente in ogni angolo. Ad ogni modo Via Tortona è una tappa per molti irrinunciabile del Fuorisalone, nonostante il caos irrazionale che si genera.

Io sono anni che non metto piede in Via Tortona, ma quest’anno sicuramente sì e ora ti elenco gli eventi che mi spingono a farlo!

Nendo: Forms of Movement

Nendo, alias Oki Sato, è una delle personalità che animano il Fuorisalone, da anni e lo scorso anno ho avuto il piacere di intervistarlo. Le sue mostre sono sempre frutto di una riflessione: quest’anno presenta 10 progetti che ruotano attorno all’idea di movimento e del tempo. Tutti i progetti sono caratterizzati dalla delicatezza dei materiali utilizzati, tutti provenienti da aziende giapponesi. Ma non solo: ogni progetto viene esposto completo di modelli e bozzetti, in pieno stile Nendo, per coinvolgere il visitatore.

Milano Design Week 2018: via Tortona

“Variations of time”, clessidre che misurano il passare del tempo in vari modi. | photo credit Akiihiro Yoshida

Si trova al Superstudio più Art Point –  Via Tortona 27

Superloft

Superloft è un concept dell’architetto milanese Giulio Cappellini (il mentore di Mette Hay, ricordi?). Si tratta di un’abitazione immaginaria, ricreata all’interno del Superstudio, e arredata grazie a numerosissime aziende che sono il simbolo del Made in Italy. Per esempio ci sarà la nuova cucina K2.2 di Boffi, arredi di Cappellini, di Salvatori e scale firmate Fontanot.

Milano Design Week 2018: via Tortona

Un bozzetto del Superloft

Si trova al Superstudio più –  Via Tortona 27

Materials Village

In realtà il Materiales Village l’ho visto lo scorso anno, come ho documentato ampiamente nel mio video vlog. Però era stata una toccata e fuga che mi ha fatto capire che sarei dovuta tornare con calma e quest’anno sono pronta a rimediare. Si tratta di una raccolta unica di più di 20 aziende che raccontano il mondo dei materiali e dei processi produttivi, quest’anno arricchito da un’allestimento curato da Yona Friedman “Meubles Plus”, riguardo il riciclo dei rifiuti di imballaggio.

Milano Design Week 2018: via Tortona

L’hub Material Village si estende da fuori a dentro – fino alla terrazza di Superstudio.

Si trova al Superstudio più –  Via Tortona 27

Dattitempo

Il Palato Italiano è un progetto di food hunting di prodotti Made in Italy: anche il cibo è un materiale, a suo modo. Lo chef da una stella Michelin Filippo Sinsgalli, con la sua brigata, porterà in scena Dattitempo. Si tratta di un punto di ristoro al Superstudio, con materie prime di stagione a Km VERO (non ZERO). Sapete dove andare per l’aperitivo di fine giornata.

Milano Design Week 2018: via Tortona

Lo chef e la brigata alla notte degli oscar dove hanno cucinato presso il Gbk Luxury Gift Lounge.

Si trova al Superstudio più –  Via Tortona 27

Design Language

Un’esposizione che vuole mescolare diversi punti di vista e offrire un modo per capire le culture diverse dalla propria. Parte da qui la riflessione di Design Language – Mixing the dots: stimolare l’immaginazione presentando una visione futura del modo in cui viaggeremo. La mostra include studi, brand e gallerie e riunisce professionisti da tutte le parti del mondo per tre giorni di conferenze dedicate al tema del linguaggio delle cose.

Milano Design Week 2018: via Tortona

Design Language al Fuorisalone 2017

Si trova al Nhow Hotel  – Via Tortona 35

Fuorisalottino

Un’esposizione organizzata dall’associazione Onalim (Milano al contrario): si tratta di una mostra mercato dove si affittano spazi al centimetro invece che al metro. Questo, per rispondere all’aumento degli affitti durante la Design Week. Lo spazio per partecipare è per tutti, per questo alcuni spazi saranno offerti gratuitamente ai richiedenti asilo, senzatetto e persone affette da Alzheimer.

#ChiediamoloA Chiara Corio e l'arte del collage

Tra gli espositori anche l’artista Chiara Corio, qui il suo collage “Amy ha un dubbio” | courtesy of Chiara Corio

Se vuoi scoprire gli altri distretti del Fuorisalone e il Salone del Mobile, guarda qui:

Milano Design Week

Cosa fare a Milano durante la Design Week?

Dove mangiare a Milano durante la Design Week

I grattacieli a Milano: storia della Milano Alta

E non dimenticarti di lasciare un cuoricino! 😉
7