Home tour | L’attico delle residenze Zaha Hadid a Milano

Chi non sogna un lussuoso attico in centro città? Meglio ancora se all’interno delle residenze Zaha Hadid a Milano, nel nuovo quartiere di City Life. Questo attico, sviluppato su due livelli all’undicesimo piano è chiamato Penthouse One-11. Realizzato grazie al Milano Contract District, ossia l’unione di alcuni brand di design e home design uniti assieme per un servizio di Real Estate combinato con design di alto livello.

Home tour: l'attico delle residenze Zaha Hadid a Milano

La vista che si gode dall’alto rende magica anche una giornata invernale e gelida come quella in cui ho scattato questa foto

Le residenze Zaha Hadid a Milano sono uniche nel loro genere. Si accede tramite lobby spaziose dotate di grandi vetrate che si affacciano sul verde che costeggia ogni singolo edificio. L’architetta ha impresso il suo inconfondibile stile anche in questo progetto, realizzando volumi armonici, dalle linee morbide e avvolgenti.

Ogni residenza presenta spazi fitness e diverse tipologie di appartamenti: bilocali, appartamenti di ampie superfici e anche attici a doppia altezza. Ed è proprio in uno di questi che ho avuto la possibilità di sbirciare di persona!

Entriamo assieme nell’esclusiva Penthouse delle residenze Zaha Hadid a Milano… Perchè i sogni son desideri!

Home tour: l'attico delle residenze Zaha Hadid a Milano

Si tratta di un attico super lussuoso, sia per la posizione che per le dimensioni. È situato all’ultimo piano delle residenze di Zaha Hadid a Milano si affaccia sulla piazza Tre Torri, dove svettano le torri di Zaha Hadid, Arata Isozaki e Daniel Libeskind. Misura circa 280 mq, suddivisi su due livelli e con oltre 130 mq di terrazze panoramiche.

Il primo livello

L’appartamento è stato completato con alcuni pezzi iconici di arredamento ed è un vero e proprio “Sensory Apartment”, un innovativo modo di abitare concetrato sul comfort della persona. Entrando il percorso suggerisce due percorsi: da un lato si ha la doppia altezza e la zona living con la scala. Dall’altro si ha una connessione senza soluzioni di continutià verso la cucina, la cui presenza si intuisce dal cambio di pavimentazione: lo Statuario di Rex, un marmo presente come pavimentazione all’ingresso, che in cucina e in lavanderia si espande anche su tutte le pareti.

Home tour: l'attico delle residenze Zaha Hadid a Milano

La cucina è firmata Ernestomeda ed è il modello Icon. Utensili Alessi.

Tranne che nelle aree del corridoio e della cucina, il pavimento è un parquet un po’ particolare: si tratta di Slide Natural Genius di Listone Giordano, che ha il compito di aggregare l’intero spazio abitativo e che in alcuni punti “sale” sulle pareti diventando rivestimento. Rombi, trapezi e triangoli costituiscono la texture, che diventa molto più dinamica e perfettamente integrata in un progetto così fluido come quello che contraddistingue tutte le residenze Zaha Hadid a Milano.

Home tour: l'attico delle residenze Zaha Hadid a Milano

La pavimentazione diventa rivestimento: si può grazie a questo parquet dagli incastri speciali.

Il secondo livello

Al piano superiore si accede tramite una bellissima scala, che ha un ruolo centrale nell’appartamento. La parete è stata rivestita in lastre di ferro crudo intervallate da luci segna passo, mentre il cosciale laterale è stato ispessito con lastre di gesso e bordature in ferro crudo. Gli spazi interstiziali sono stati tamponati con lastre in vetro grigio fumè e le pedate sono state inscatolate in doppi pannelli in massello di rovere, la stessa essenza della pavimentazione.

Home tour: l'attico delle residenze Zaha Hadid a Milano

LaFont Fascia è la scelta per la scala, firmata Fontanot

Le condizioni al contorno implicavano inoltre alcuni vincoli ai quali il progetto è dovuto sottostare. Tecnologici: i servizi igienici, la distribuzione del riscaldamento a soffitto già compartimentato. Tipologici: la realizzazione di uno spazio unico per la cameretta dei piccoli. Distributivi: un collegamento verticale tramite una rampa, che è però (fortunatamente) stata sostituita.

Home tour: l'attico delle residenze Zaha Hadid a Milano

Home tour: l'attico delle residenze Zaha Hadid a Milano

La rubinetteria è Gessi. Qui abbiamo goccia, un pezzo iconico della maison.

Le terrazze

Home tour: l'attico delle residenze Zaha Hadid a Milano

Una vista dalla terrazza del primo livello, da cui si intravede la cucina

Inoltre un occhio di riguardo lo hanno le terrazze. Il panorama è qualcosa di unico (avete visto la mia diretta su facebook, il giorno dell’inaugurazione?) e gli arredi esterni si lasciano alle spalle un po’ della serietà che caratterizza gli interni. Si tratta di Favela e Corallo prodotte entrambe da Edra e disegnate entrambe dai fratelli Campana.

Home tour: l'attico delle residenze Zaha Hadid a Milano

Di Edra la poltrona in acciaio inox Corallo, accostata ad un simpatico tavolino di BD Barcelona Design.

Questo progetto di interni è stato realizzato in tempi record: in due mesi è stato trasformato da capo a piedi! Ho chiesto all’architetta MariaGrazia Pozzi, che si è occupata dell’intervento, quale è stata la difficoltà maggiore nell’affrontare questo progetto e cosa il team di Milano Contract District ha in serbo per noi in futuro.

“La maggiore difficoltà, oltre alla tempistica stretta sono state le preesistenze impiantistiche, che rischiavano di vincolare parte del layout interno. A breve inizieremo la progettazione di un altro attico sul lotto Hadid.”

Ti ho fatto venire voglia di andare ad abitare nelle residenze Zaha Hadid a Milano? Ecco altri articoli interessanti per te:

Architetta | Zaha Hadid, l’architetta delle prime volte

I grattacieli a Milano: storia della Milano Alta

Gucci Hub: archeologia industriale riqualificata

E non dimenticarti di lasciare un cuoricino! 😉
28