Architech | Termostati smart, risparmiare innovando

ArchiTech | Termostati smart, risparmiare innovando

La gestione del riscaldamento è sempre stata una questione controversa: 18° o 20°? A che temperatura impostare il termostato la notte? Quante ore prima devo accendere il riscaldamento se voglio che sia caldo appena sono sveglio?
Sono domande che tutti noi ci facciamo e spesso non sappiamo rispondere, finendo per utilizzare la tecnica più semplice, ma anche la meno efficiente dal punto di vista energetico: se siamo in casa riscaldamento acceso, se usciamo riscaldamento spento.
Da qualche anno sono in commercio diversi termostati smart che promettono di pensare a tutto loro garantendoci maggiore comfort termico in casa e minori spese.

Architech | Termostati smart, risparmiare innovando

Il termostato di Nest offre oltre che a molta tecnologia un design decisamente accattivante

Tutti i termostati smart hanno alcune funzioni esclusive, ma essenzialmente tutti si basano su alcuni capisaldi: facilità d’installazione, connessione a internet e predizione delle nostre abitudini giornaliere.

Sono proprio questi due ultimi punti che permettono ai termostati smart di aiutarci nella gestione del riscaldamento. La connessione a internet ci permetterà il controllo dell’impianto da qualunque parte del mondo. La predizione delle abitudini permetterà al termostato di gestire gli orari in maniera più efficiente, senza la necessità di impostare il timer al secondo: basterà dargli degli orari di massima che poi il termostato aggiusterà in base al nostro comportamento.

Architech | Termostati smart, risparmiare innovando

Secondo Tado° il controllo intelligente del riscaldamento è la soluzione più economica per abbattere sensibilmente i consumi

Ad oggi le 3 big nel settore della regolazione smart del riscaldamento sono: Nest (google), Netatmo e Tado°.

Tutte e tre le marche offrono prodotti affidabili e un design moderno. Ancora più importante è però il supporto software, un termostato smart senza un software valido e spesso aggiornato rischia di essere soltanto usa spesa inutile. Affidarci a marchi leader del settore è quindi importante per avere un prodotto che venga garantito negli anni.

Sebbene simili ogni prodotto offre alcune funzioni differenti che vedremo ora analizzandoli singolarmente:

Nest Thermostat

Nest è il ramo domotico di Google e uno dei primi marchi che si è lanciato nella gestione smart della temperatura in casa. Sebbene le prime due generazioni del termostato non fossero disponibili in Italia, nel 2017 è uscita la terza generazione anche nel nostro paese. È sicuramente quello dal design più ricercato e maggiormente personalizzabile sotto questo aspetto: è disponibile in 4 colori.
Dopo una settimana di utilizzo manuale imparerà le nostre abitudini e le caratteristiche del nostro impianto, garantendoci di svegliarci sempre al caldo. Attraverso due sensori di prossimità e al gps dei nostri smartphone capirà se tutta la famiglia è fuori casa e di conseguenza abbasserà il riscaldamento. Inoltre monitorerà costantemente il nostro impianto avvisandoci nel caso la temperatura sia anomala e dovuta magari a un malfunzionamento della caldaia.

 Netatmo
Architech | Termostati smart, risparmiare innovando

Disegnato da Philippe Starck il termostato Netatmo fa del design essenziale uno dei suoi punti di forza

Il marchio francese Netatmo è quello che offre probabilmente l’ecosistema più articolato per quanto riguarda la smart-home. Il pezzo centrale della linea è ovviamente il termostato smart, il design è firmato Philippe Starck, ma ad esso si possono affiancare le valvole termostatiche, la stazione meteo e la telecamera Welcome. Il tutto garantirà una gestione della temperatura in casa ancora più efficiente permettendo di settare ogni singolo termosifone in maniera indipendente e garantendo (a detta loro) risparmi sulla bolletta superiori al 30%. Decisamente interessante la funzione che abbassa automaticamente la temperatura di una stanza se rileva che abbiamo aperto la finestra per arieggiarla.

Tado°
Architech | Termostati smart, risparmiare innovando

Attraverso lo smartphone è possibile regolare con estrema semplicità la temperatura della nostra casa

Anche la tedesca Tado° offre tutto un suo ecosistema incentrato sul suo termostato. Oltre che a termostati smart infatti offre le valvole termostatiche che permettono la gestione separata di ogni stanza della nostra casa. Le funzioni sono molto simili ai prodotti Netatmo garantendo la predizione delle nostre abitudini e verificando la presenza in casa di persone attraverso il gps dei loro smartphone. Interessante l’opzione che permette, invece che l’acquisto, il noleggio dei loro prodotti e soprattutto la promessa di un rimborso nel caso l’installazione dei loro prodotti non porti a un risparmio energetico.

E se ho un impianto centralizzato senza termostato centrale?

Architech | Termostati smart, risparmiare innovando

Oltre che il termostato, Netatmo offre una lunga linea di prodotti per la smarthome.

Sia i prodotti Netatmo che Tado° permettono l’istallazione in impianti centralizzati regolando la temperatura della casa attraverso le valvole termostatiche che andranno ad aprire e chiudere i termosifoni a nostro piacimento. Da 30 giugno 2017 è inoltre obbligatoria l’installazione delle valvole termostatiche e la contabilizzazione dei consumi nei condomini con riscaldamento centralizzato. Può essere quindi una buona occasione, oltre che per mettersi in regola, per rendere più smart la nostra casa.

Ti è piaciuto approfondire il tema dei termostati smart? Ecco altri articoli interessanti:

CES 2017: le novità tech per la casa

Home tour | Comfort ambientale e benessere in uno spazio abitativo

 

Non dimenticarti di lasciare un cuoricino! 😉
19